VAI ALL\'EDIZIONE 2015

Blog

GQ.COM

  |   Redazione


Padova Vintage Festival, tra pezzi rétro e dibattiti a tema

Per tre giorni Padova torna capitale del Vintage con un format culturale innovativo tra moda, design, musica e spettacolo

Il passato come chiave per interpretare il presente e costruire il futuro. Questo il tema della terza edizione del Padova Vintage Festival che da oggi fino a domenica animerà la città con workshop, incontri, dibattiti, un’accurata selezione dei migliori collezionisti ed espositori vintage del panorama italiano. Non solo moda il format del festival, consolidato già da qualche stagione, chiama a raccolta anche il mondo della musica, del design e dell’arte.

Tra le mostre da non perdere quella che ripercorre la carriera di Shepard Fairey ovvero Obey, uno dei più celebri street artist del mondo, noto per aver curato la campagna elettorale del presidente statunitense Barack Obama. Spazio anche alla fotografia con gli scatti in bianco e nero di Sir Bob Cornelius Rifo, frontman di Bloody Beetroots, e ancora una mostra di sculture realizzate con il riciclo e il riutilizzo delle materie prime. Tra i capi protagonisti del festival: il Jeans celebrato in una mostra attraverso i suoi più importanti produttori americani quali Levi Strauss & Co., H.D. Lee Inc. e Blue Bell/Wrangler. L’esposizione è a cura di Angelo Caroli (A.N.G.E.L.O.), uno dei massimi esperti e punto di riferimento nel settore della moda vintage.

Lecture, appuntamenti serali, sfilate, all’evento partecipano anche alcuni personaggi noti che dialogheranno a diretto contatto con il pubblico: da Elio Fiorucci che racconterà se stesso e il proprio viaggio nell’arte; a Saturnino, musicista e bassista di Jovanotti, che racconterà come esprimere identità inedite, come fondere diverse contaminazioni e trascendere i confini dei generi, tra musica, moda e design.

fonte: http://www.gqitalia.it/moda/articles/2012/9/padova-vintage-festival-tra-pezzi-retro-e-dibattiti-a-tema